Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

NON RESTIAMO FERMI

E' stato presentato venerdì 28 maggio all’Istituto Comprensivo Fermi di Macerata Non restiamo FERMI, il lavoro svolto dalle classi 1° A e 1° D della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto, volto a promuovere la mobilità pedonale nel quartiere Pace.

I ragazzi hanno lavorato sotto la guida del Centro di educazione Ambientale e dell’insegnante Miriana Mazzolini nei mesi di gennaio, febbraio e marzo con attività diverse per ogni classe coinvolta. Il progetto si inserisce nell’ambito delle iniziative sostenute dal Comune nelle scuole, per favorire una sempre più consapevole coscienza ambientale nelle giovani generazioni.

“Il tema della mobilità pedonale in una città come Macerata – ha sottolineato l’assessore all’Ambiente Mario Iesari durante la presentazione –  rappresenta una modalità di mobilità urbana con indubbi benefici sia a livello individuale che sociale. Al bel progetto della Fermi vorremmo dare uno sviluppo futuro estendendolo a tutta la città per dare una spinta in più alla scelta della pedonalità.”

Proprio sulla mobilità pedonale hanno lavorato i ragazzi dell’Istituto Fermi che, dopo un lavoro introduttivo sull’analisi dei fattori inquinanti e le tematiche sullo stato di salute dell’aria in città, sono passati a individuare e realizzare un itinerario pedonale di collegamento della scuola al centro della città (la classe 1a A) e alla realizzazione di un video promozionale di tale percorso (la classe 1a D) proiettato in anteprima durante l’incontro di oggi e visibile su youtube e social (vedi il filmato).

Sono stati gli stessi alunni a presentare il loro lavoro a nome delle rispettive classi: Sofia Severini e Filippo Buongarzoni per la 1° A e Alessandro Smorlesi e Lucia Giovagnotti per la 1° D.

Gli itinerari individuati sono tre, contrassegnati da altrettanti colori, nei quali sono stati segnalati dei punti intermedi, sono stati presi i tempi di percorrenza e calcolato con GPS la distanza percorsa. Tali dati sono stati in seguito elaborati e inseriti in cartelloni in forex, installati dagli operatori del CEA lungo tutto il tragitto che interessa il quartiere Pace.

Il filmato, dopo le riflessioni dei ragazzi sui vantaggi di andare a piedi, presenta la storia del pigro Pancrazio. Cstretto ad andare a piedi perché il tassista si è rifiutato di accompagnarlo per un tratto inferiore a un kilometro, riscopre il piacere del camminare e delle relazioni che ha potuto instaurare durante la sua passeggiata in città.

“Il progetto Non restiamo FERMI  è stato reso possibile grazie al Comune e al Cea, gestito dalla cooperativa Risorse - ha sottolineato il dirigente scolastico Ermanno Bracalente. “Queste collaborazioni con il territorio ci onorano e rafforzano il nostro desiderio di portare avanti sempre più progetti per la città”.

La mobilità del futuro deve affrontare un obiettivo su tutti: uno sfruttamento migliore delle risorse disponibili, come affermano gli operatori del CEA. La sostenibilità degli spostamenti è, infatti, la misura prima della qualità del sistema messo in atto, soprattutto all'interno di un ecosistema che richiede sì strumenti meno inquinanti, ma soprattutto nuove direttrici di sistema in grado di abbattere l'impatto ambientale. (Comune di Macerata)

 

Link al video

logo

Pin It

Sede Legale

 

Sede operativa

  • Via Barilatti 9
    62100 Macerata (MC)

 

Visualizza mappa

 

Contatti

 Contattaci al numero:

+39 0733 280035

Indirizzo e-mail:
info@risorsecoop.it

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti che si utilizzino i cookie.